Percorso

foto Anna Scimone

Carissimi studenti,

stiamo tutti attraversando un periodo brumoso e lutulento, siamo tutti coinvolti in un onirico tempo di sospensione (i Greci amavano definire ἐποχή l’astensione dal giudizio di ogni conoscenza concernente la realtà esterna, considerata incerta e ambigua) che ci induce a scelte necessarie ed ineluttabili per evitare effetti esiziali che la diffusione di questa grippe sconosciuta potrebbe provocare.

Tutti gli aspetti della umana socievolezza sono stati stravolti dall’alea del contagio: la “sacra incapacità” di vivere isolati dagli altri, la sacertà del nostro bisogno di vivere insieme, il nostro esistere solo come “animali sociali” tendenti all’aggregazione con altri individui e alla costituzione di in una liberaquanto vincolante “societas”; tutti questi valori ci sono momentaneamente preclusi dalla diffusione di questa nuova e sconosciuta “sfida biologica”. Tuttavia, sono certa che saremo in grado di uscirne al più presto e lo faremo rafforzati nello Spirito, perché avremo imparato a fare a meno della consuetudine quotidiana che ci ha abituati ad una condivisione emotiva vivida e scambievole, e soprattutto potremo vantarci di averlo fatto per un inclito scopo: il rispetto della salute di chi amiamo. Supereremo questi giorni di distacco e sconcerto, riscoprendo la gioia di rivederci, l’importanza degli abbracci calorosi che sapremo scambiarci, i sorrisi festosi che potremo indirizzarci, felici. Recupereremo la nostra routine giornaliera, incontrandoci nei saluti del mattino, nelle lezioni in classe con professori ed amici, nelle merende partecipate durante il cerchio della ricreazione, o il giardino assolato della temporanea sospensione dalle lezioni. Ci rivedremo per recuperare tutto il bello della vita che scorre nelle classi e nei corridoi, ora vuoti, sui ballatoi chiassosi – che belle le vostre voci!- ora, rimbombanti di un assordante silenzio, organizzeremo feste in onore di una ritrovata normalità che, come la libertà, apprezziamo sempre troppo poco.

Ma adesso, è il tempo della cautela e della prudenza: dobbiamo imparare a vivere per gli altri, in primo luogo, come consigliava Einstein, vivere per coloro i cui sorrisi e il cui benessere sono essenziali alla nostra felicità, a loro dobbiamo la giusta considerazione per le norme che medici ed esperti ci consigliano di seguire, in specie il diktat di STARE IN CASA il più possibile, preferendo l’utilizzo della vostra amata tecnologia per contattare amici, per giocare con i vostri coetanei. Rispettare gli altri significa accettare piccoli sacrifici imposti all’esuberanza dei vostri giovani anni e ricordare sempre che le regole non sono pensate per limitarci e tarpare le ali della nostra indipendenza, ma per rendere sicura la nostra realtà e quel capitale di affetti che avvolge tutto il nostro mondo familiare.

La scuola ci sarà sempre: vi accompagnerà nella giusta interpretazione dei comportamenti che dovrete assumere e nell’interpretazione di quanto sta accadendo in questo periodo così affastellato di informazioni rapide e confuse che vengono trasmesse dai media, senza spiegazioni comprensibili per la vostra giovane età e senza adeguati filtri comunicativi.

“Le buone squadre diventano grandi quando i loro membri si fidano gli uni degli altri abbastanza da subordinare l’“Io” al “Noi” sosteneva P. Jackson a ragione, ed io ho usato questa citazione come chiusa di quanto scritto per rammentarVi che NOI tutti – allievi, docenti, componenti scolastiche e dirigente- dell’ Istituto Fagnani siamo stati negli anni trascorsi, siamo nel tempo che ci appartiene e saremo in un imminente futuro SEMPRE quella grande squadra che saprà scendere in campo unita, davanti alle grandi competizioni della vita!

Con grande affetto, Vi abbraccio tutti

Anna Scimone

Accesso riservato

Recapiti

ISTITUTO COMPRENSIVO "SENIGALLIA CENTRO"
Via Maierini,9 - Senigallia - Fagnani
Tel. 07160180 - Fax 0717912508
E-mail: anic84700a@istruzione.it 
            segreteria@icsenigalliacentro.edu.it
Pec: anic84700a@pec.istruzione.it
C.M.: ANIC84700A - C.F.: 83007430420
Cod. Univoco: UF80AE - Cod. IPA: ISTSC_ANIC84700A

Inizio pagina